Chi siamo

L'organizzazione di volontariato "Gruppo di Protezione Civile di Cerro Maggiore", fortemente desiderata dal Maggiore dell'Esercito Italiano Giuseppe Terracciano e dalle amministrazioni comunali, è stata istituita nel 1988 ed è legittimamente inserita nell'albo di Protezione Civile censito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dipende dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ed a livello locale dalla Prefettura di Milano e dai sindaci dei comuni convenzionati (Cerro Maggiore, Rescaldina e San Vittore Olona).

Nel settembre del 1993, l'organizzazione è insignita della medaglia d’argento di Benemerenza Civica dal Comune di Cerro Maggiore per “l’alto grado di professionalità raggiunto e per la disponibilità dimostrata nei confronti della Comunità di Cerro Maggiore e dei paesi limitrofi”.

Nel 1998, i volontari sono decorati con la Medaglia di Bronzo di Benemerenza Civica rilasciata dal Ministro dell’Interno, a testimonianza dell’opera e dell’impegno prestati nello svolgimento delle attività connesse all'emergenza nelle regioni dell’Umbria e delle Marche colpite dalla crisi sismica del settembre – ottobre 1997.

Dal 2005 l'organizzazione è regolarmente iscritta alla sezione provinciale dell’Albo Regionale di Volontariato di Protezione Civile.

Dal 2006 aderisce al Comitato di Coordinamento degli organismi di volontariato di Protezione Civile della Città Metropolitana di Milano (CCV) al fine di dare una risposta sempre più concreta e dinamica alle problematiche di Protezione Civile con lo scopo di valorizzare e qualificare l’attività del volontario, di incrementare i rapporti di collaborazione fra le componenti del volontariato ed agire da interscambio fra queste e le istituzioni, in particolare i comuni, coordinare strutture e risorse, modalità e caratteristiche di addestramento ed intervento.

Dal 2010 l'organizzazione è parte integrante della Colonna Mobile della Città Metropolitana di Milano (CMP-MI), costituita da una task force di volontari pronta ad intervenire entro sei ore dall'attivazione. La colonna mobile è caratterizzata da un insieme omogeneo di squadre di soccorritori, mezzi, attrezzature e moduli specialistici, anche appartenenti a strutture diverse ma unitamente coordinati, che intervengono in situazione di emergenza. La struttura è progettata e realizzata in modo da garantire standard operativi strumentali e prestazionali omogenei per tutti gli interventi e per assicurare la necessaria continuità di azione per tutta la durata dell’evento calamitoso.

A livello locale, l'organizzazione è impegnata in caso di allagamenti, esondazioni ed eventi atmosferici eccezionali. Svolge inoltre azione di prevenzione nelle scuole o altre strutture pubbliche e supporta i Comandi di Polizia Locale e le Stazioni Carabinieri di Cerro Maggiore e Rescaldina.

L’organico è rappresentato da circa trentacinque volontari organizzati in squadre con compiti operativi diversificati e dispone di automezzi, attrezzature e dotazioni individuali che consentono di operare in assoluta autonomia nel contesto di situazioni di emergenza anche prolungate nel tempo.

Pur possedendo una connotazione organizzativa prevalentemente di carattere logistico (logistica medio-pesante), al suo interno sono operativi dei nuclei caratterizzati da elevata specificità quali il Nucleo Speleologico ed il Nucleo AIB (antincendio boschivo). Può inoltre contare al suo interno sulla presenza di soccorritori in ambito sanitario che, nelle fasi operative, garantiscono il supporto agli stessi volontari.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'’uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui per i dettagli.

Io accetto i cookie da questo sito.